Traduzione del’abstract: “Abbiamo intrapreso uno studio di coorte per determinare l’associazione tra contenuto minerale dei capelli e l’insorgenza della dermatite atopica (AD) nei neonati. Ottocento trentaquattro (834) coppie madre-neonato, hanno donato campioni di capelli in una fascia di età dei neonati da uno a dieci mesi  durante i controlli sanitari, e i loro campioni venivano analizzati con metodica PIXE ( Particle-Induced X-ray Emission = fascio di protoni che causano l’emissione di raggi X)  per 32  minerali, e questi dati sul livello dei minerali venivano confrontati con la loro storia familiare di AD e statisticamente esaminati per qualsiasi interrelazione. I risultati indicano che di tutti i minerali, solo selenio (Se) e stronzio (Sr) hanno mostrato associazioni statisticamente significative per i bambini, mentre gli stessi due elementi sono stati solo marginalmente significativi per le madri. Il deficit di selenio ha aumentato il rischio di AD in entrambi , bambino e madre. Una carenza Sr nei bambini aumenta il rischio di AD, mentre nelle madri diminuisce il rischio. Per prevedere la probabilità di sviluppo di AD utilizzando questi dati, abbiamo effettuato una analisi di regressione logistica, che ha fornito una sensibilità del 65,9%, una specificità del 70,5%, un valore predittivo positivo (VPP) del 10,3%, un valore predittivo negativo (VPN) del 97,6% e un rischio relativo (RR) di 4.2, tutti di gran lunga meglio di qualsiasi dato corrispondente esplicitamente menzionato nei documenti precedentemente pubblicati”.

Link al lavoro originale

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23103056

Annunci