Questo modello traslazionale dimostra che l’ingestione cronica di alluminio (Al), in quantità ingerite dagli americani dal loro cibo, acqua e con additivi, è sufficiente ad indurre una malattia simile all’Alzheimer (AD) con deterioramento cognitivo negli animali anziani. Il tempo necessario per Al di accumularsi gradualmente nei neuroni ad una soglia neurotossica, può spiegare la lunga fase prodromica in questo modello animale e possibilmente pure in AD. Il lento accumulo di Al nelle cellule cerebrali può anche spiegare perché AD colpisce generalmente gli individui più anziani.
Link all’articolo originale:
Annunci