“Una mela al giorno toglie il medico di torno” è un messaggio di salute pubblica consegnato da genitori e insegnanti dal 19° secolo; è un esempio conciso, chiaro e preciso di come la promozione della salute di epoca Vittoriana può davvero resistere alla prova del tempo.  Si stima che 5,2 milioni di persone siano deputati per il trattamento con statine nel Regno Unito, con un extra di 17,6 milioni di persone per le quali dovrebbe diventare raccomandata come misura di prevenzione primaria per  tutti gli adulti di età superiore ai 50 anni. Supponendo che il 70% di questi 17,6 milioni di adulti utilizzi le statine, ciò si tradurrebbe in una riduzione del numero annuale di decessi vascolari pari a 9400 (95% intervallo credibile 7.000-12.500). Aggiungendo alla dieta base quotidiana del Regno Unito una mela al giorno (assumendo che non vi sia nessun cambiamento al consumo di calorie) e applicando questa dieta al 70% della popolazione totale del Regno Unito di età superiore ai 50 anni (70% del 22 milioni di persone nel Regno Unito di età superiore ai 50 anni), si stima che il numero annuale di decessi vascolari evitati o ritardati possa essere di 8.500 (95% intervallo credibile 6.200-10.800). La prescrizione di statine a tutta la popolazione di età superiore ai 50 anni si prevede possa causare 1.200 casi di miopatia, 200 casi di rabdomiolisi e 12.300 casi di diabete mellito! La prescrizione di una mela al giorno o una statina al giorno per tutti gli over 50  può avere un effetto simile sulla popolazione per la mortalità per cause vascolari. La scelta di mangiare mele, piuttosto che assumere le statine, può evitare più di 1.000 casi di miopatia e più di 12.000 casi di diabete (come effetti collaterali delle statine).

Link all’articolo originale:

http://www.bmj.com/content/347/bmj.f7267

 

 

Annunci