La domanda di prodotti biologici è in parte guidato dalla percezioni dei consumatori sul fatto che che siano più nutrienti. Tuttavia, l’opinione scientifica è divisa sulla questione se ci sono differenze nutrizionali significative tra cibi biologici e non biologici, e due recenti recensioni hanno concluso che non ci sono differenze. Nel presente studio, abbiamo effettuato meta-analisi basate su 343 pubblicazioni peer-reviewed che indicano differenze sostanziose e statisticamente significative nella composizione tra colture/alimenti a base di colture biologiche e non biologiche. Ancora più importante, le concentrazioni di una vasta gamma di antiossidanti come polifenoli sono risultate sostanzialmente più elevate nelle colture/alimenti a base di colture biologiche, di questi, acidi fenolici, flavanoni, stilbeni, flavoni, flavonoli e antociani con una una stima superiore rispettivamente del 19 (95% CI 5, 33)%, 69 (95% CI 13, 125)%, 28 (95% CI 12, 44)%, 26 (95% CI 3, 48)%, 50 (95% CI 28, 72)% e 51 (95% CI 17, 86) %. Molti di questi composti sono stati precedentemente collegati, in intervento dietetico e studi epidemiologici, a un ridotto rischio di malattie croniche tra cui malattie cardiovascolari, malattie neurodegenerative e alcuni tipi di cancro. Inoltre, la frequenza di presenza di residui di pesticidi è risultata essere quattro volte superiore nelle colture convenzionali (non biologico), che contenevano anche concentrazioni significativamente superiori di Cadmio, metallo tossico. Differenze significative sono state rilevate anche per alcuni altri composti (ad esempio minerali e vitamine). Ci sono prove che concentrazioni più elevate di antiossidanti e concentrazioni più basse di Cadmio sono legate a pratiche agronomiche specifiche (ad esempio, il mancato uso di minerali fertilizzanti N e P, rispettivamente) prescritte in sistemi di agricoltura biologica. In conclusione, le colture biologiche, in media, hanno più alte concentrazioni di antiossidanti, più basse concentrazioni di Cadmio e una minore incidenza di residui di pesticidi rispetto alle colture comparate non biologiche, in tutte le zone di produzione e stagioni.

Link all’articolo originale:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Higher+antioxidant+and+lower+cadmium+concentrations+and+lower+incidence+of+pesticide+residues+in+organically+grown+crops%3A+a+systematic+literature+review+and+meta-analyses

Annunci