abstract
Il sessanta per cento dei casi di depressione clinica sono considerati casi di depressione resistente al trattamento (TRD). La carenza di magnesio provoca una anomalia che porta l’accoppiata N-metil-D-aspartato (NMDA) e canali del calcio ad essere sbilanciata verso l’apertura, causando danno neuronale e disfunzioni neurologiche, che possono manifestarsi negli esseri umani come depressione maggiore. La somministrazione orale di magnesio negli animali ha portato ad effetti antidepressivi-like che erano paragonabili a quelli di forti farmaci anti-depressivi. È stato trovato basso contenuto di magnesio nel liquido cerebro-spinale (CSF) in casi di depressione suicida resistente al trattamento e in pazienti che hanno tentato il suicidio. È stato trovato basso contenuto di magnesio nel cervello in casi di TRD, usando la risonanza magnetica nucleare spettroscopica al fosforo, un mezzo preciso per misurare il magnesio nel cervello. …… Anche se il primo rapporto di un trattamento con magnesio per la depressione grave è stato pubblicato nel 1921, che mostrava il successo in 220 su 250 casi, non ci sono segnalazioni di casi moderni che mostrano una rapida conclusione di TRD, sono stati trovati solo pochi studi clinici moderni. Uno studio clinico randomizzato del 2008, ha dimostrato che il magnesio è risultato efficace quanto l’antidepressivo triciclico imipramina nel trattamento della depressione nei pazienti diabetici e senza gli effetti collaterali della imipramina. Magnesio per via endovenosa e orale, in protocolli specifici, sono stati segnalati migliorare rapidamente la TRD in modo sicuro e senza effetti collaterali. Il magnesio è stato in gran parte rimosso da alimenti trasformati, cosa che può potenzialmente danneggiare il cervello. Calcio, glutammato e aspartato sono additivi alimentari comuni che possono peggiorare i disturbi affettivi. Ipotizziamo che – nel loro insieme – ci sono prove più che sufficienti per coinvolgere l’inadeguato apporto di magnesio nella dieta come la causa principale di TRD, e che i medici dovrebbero prescrivere magnesio per i casi di TRD. Poiché inadeguata presenza di magnesio nel cervello sembra ridurre i livelli di serotonina, e poiché gli antidepressivi hanno dimostrato di agire sull’innalzamento di magnesio nel cervello, abbiamo ulteriormente ipotizzato che il trattamento con magnesio risulterà vantaggioso per quasi tutti i depressi, non solo nei casi di TRD.

Link all’articolo originale:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/19944540/?i=2&from=/16542786/related

Annunci