You are currently browsing the monthly archive for ottobre 2011.

Pubblichiamo un primo stralcio della risposta, motivata e documentata, del medico Joachim Mutter  del Dipartimento di Medicina Ambientale e Integrativa di Costanza (Germania) alla relazione del comitato scientifico della Commissione Europea SCHENIR sulla pericolosità degli amalgami dentari. Nelle prossime settimane pubblicheremo ulteriori stralci.

 

 

L’amalgama dentale è sicuro per gli esseri umani? Il parere del comitato scientifico della Commissione Europea

di Joachim Mutter

Dipartimento di Medicina Ambientale e Integrativa

Lohnerhofstrasse 2  D-78467 Konstanz, Germania

Link al documento originale: http://www.occup-med.com/content/6/1/2

Pubblicato il 13 January 2011

Abstract

E ‘stato ribadito dal Comitato Scientifico per le Emergenti e Nuove Identificazioni dei Rischi per la Salute (SCENIHR) in un rapporto alla Commissione UE che “….non esistono rischi di effetti avversi sistemici e l’uso corrente di amalgama dentale non comporta un rischio di malattia sistemica … “. [disponibile su:http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/04_scenihr/docs/scenihr_o_01 6.pdf] SCENIHR ha ignorato la tossicità del mercurio e non ha preso in considerazione i più importanti studi scientifici nel suo rapporto. Ma i dati reali scientifici dimostrano che: (A) l’amalgama dentale è di gran lunga la fonte principale di mercurio totale nel corpo umano. Ciò è dimostrato da studi autoptici, che sono i più preziosi e importanti per la rilevazione del mercurio corporeo proveniente da amalgama, ed hanno trovato da 2 a 12 volte la maggiore presenza di mercurio nei tessuti del corpo degli individui con amalgama dentale. (B) Questi studi autoptici hanno dimostrato che molti individui con amalgama hanno consistenti livelli tossici di mercurio nel cervello e nei reni. (C) Non vi è alcuna correlazione tra i livelli di mercurio nel sangue o nelle urine e i livelli nei tessuti del corpo o la gravità dei sintomi clinici. SCENIHR ha preso in considerazione solo i livelli nelle urine o nel sangue. (D) Il tempo di dimezzamento del mercurio nel cervello può durare da alcuni anni ad alcuni decenni, in tal modo il mercurio si accumula nel corpo a livelli tossici nel tempo di esposizione all’amalgama. Tuttavia, SCENIHR afferma che il tempo di dimezzamento del mercurio nel corpo è solo “20-90 giorni”. (E) I vapori di mercurio sono circa dieci volte più tossici del piombo sui neuroni ed esplicano una sinergia tossica con altri metalli. (F) La maggior parte degli studi citati da SCENIHR che concludono che le otturazioni con amalgama sono sicure hanno gravi lacune nella metodica di ricerca.

L’amalgama dentale è la principale fonte di mercurio nei tessuti umani.

Lo SCENIHR (Comitato Scientifico per le Emergenti e Nuove Identificazioni dei Rischi per la Salute) ha dichiarato alla Commissione Europea che [1]: “L’esposizione al mercurio è difficile da misurare. Le indicazioni per l’esposizione al mercurio sono quindi normalmente ottenute misurando i livelli di mercurio nelle urine e nel sangue degli individui”. SCENIHR non ha citato gli studi autoptici, che sono gli studi più affidabili per la valutazione dei livelli di mercurio nei tessuti. Approssimativamente i livelli di mercurio nel sangue e nelle urine sono da 2 a 5 volte maggiori negli individui con amalgama dentale, nonché un aumento da 2 a 12 volte in alcuni tessuti sono stato osservati in individui defunti con amalgama dentale [2-21]. Inoltre, gli studi sugli animali hanno confermato il fatto che l’amalgama dentale aumenta significativamente il mercurio nei tessuti [22-28]. Secondo questi studi, l’amalgama dentale è responsabile di almeno il 60-95% dei depositi di mercurio nei tessuti umani. Questo non è stato riconosciuto dallo SCENIHR.

Nessun composto organico del mercurio viene rilasciato dall’amalgama dentale?

SCENIHR [1] afferma che “non ci sono prove che la biotrasformazione del mercurio derivante dalle amalgame avviene nel cavo orale in associazione con l’attività dei batteri “. In contrasto con questa affermazione diversi studi hanno dimostrato che il mercurio (Hg) da amalgama si trasforma nei composti organici del mercurio per azione dei microrganismi nel tratto gastrointestinale umano [29-31]. Leistevuo et al. (2001) ha trovato un livello tre volte maggiore di metilmercurio nella saliva delle persone con amalgama dentale rispetto ai soggetti senza amalgama, anche se la frequenza e il consumo di pesce erano identici in entrambi i gruppi. Il livelli di mercurio nella saliva supera i limiti di questo metallo nelle acque di scarico nel 20% dei soggetti con amalgama [30]. La forma del metilmercurio derivante dall’amalgama dentale può essere molto più tossico (fino a 20 volte) rispetto alla forma di metilmercurio presente nel pesce (vedi sezione “tossicità del mercurio”).

CALENDARIO ARTICOLI

ottobre: 2011
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 83 follower

Blog Stats

  • 150,586 hits