You are currently browsing the monthly archive for marzo 2013.

“Lo scopo di questa recensione è quello di esaminare il parallelismo tra l’intossicazione da mercurio e gli effetti sul cervello e la patologia cerebrale trovata in disordini dello spettro autistico (ASD). Questa recensione constata l’esistenza di molti paralleli tra i due, tra cui: (1) degenerazione dei microtubuli, in particolare di grandi dimensioni, degenerazione degli assoni a lungo raggio con successiva germinazione assonale abortiva (brevi, assoni sottili), (2) eccessiva crescita dendritica, (3) neuroinfiammazione; (4) attivazione della microglia / astrociti, (5) l’attivazione della risposta immunitaria cerebrale; (6) aumentata proteina fibrillare acida gliale, (7) stress ossidativo e perossidazione lipidica, (8) diminuiti livelli di glutatione ridotto ed aumento di glutatione ossidato, (9) disfunzione mitocondriale; (10) perturbazioni nell’omeostasi e funzione di segnale del calcio (11) inibizione dell’attività di acido glutammico decarbossilasi (GAD); (12) perturbazione dell’omeostasi GABAergica e glutamatergica; (13) inibizione di IGF-1 e metionina sintetasi; (14 ) compromissione della metilazione, (15) disfunzione delle cellule endoteliali vascolari e alterazioni patologiche dei vasi sanguigni, (16) diminuzione del flusso sanguigno cerebrale/cerebellare, (17) aumento della proteina precorritrice dell’amiloide, (18) la perdita di granuli e neuroni di Purkinje nel cervelletto , (19) aumentati livelli di citochine pro-infiammatorie nel cervello (TNF-α, IFN-γ, IL-1β, IL-8) e (20) aberrante fattore nucleare kappa-catena leggera-enhancer di cellule B attivate ( NF-kB).  Questa recensione discute anche la capacità del mercurio di potenziare e di agire in sinergia con altre tossine e agenti patogeni in un modo che può contribuire alla patologia cerebrale in ASD. L’evidenza suggerisce che il mercurio può essere sia causale o contributivo nella patologia cerebrale in ASD, possibilmente lavorando in sinergia con altri composti tossici e agenti patogeni a produrre la patologia cerebrale osservata nei pazienti diagnosticati con ASD.”

Link all’articolo originale:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Evidence+of+parallels+between+mercury+intoxication

 

 

“Il nostro studio riguarda le concentrazioni di mercurio totale (HgT) misurate nei muscoli e nel fegato di diverse specie ittiche bentoniche, demersali e pelagiche, catturate dentro e fuori la baia di  Augusta (Sud Italia), un area marina semi-chiusa, fortemente contaminata dalla incontrollata (dal 1950 al 1978s) attività di scarico del più grande impianto petrolchimico europeo. I livelli di mercurio nei tessuti dei pesci vengono discussi in riferimento a specifici habitat, dimensione e / o età dei campioni e la distribuzione di HgT nei sedimenti del fondo. I risultati suggeriscono un meccanismo di rilascio di Hg ancora attivo dai sedimenti inquinati dell’ambiente marino. Inoltre, le elevate concentrazioni di HgT misurate nei pesci catturati nella zona esterna della baia, implicano un potenziale ruolo della baia di Augusta come fonte inquinante per l’ecosistema del Mediterraneo. Infine, i valori del quoziente di rischio di destinazione (THQ) e la stima di assunzione settimanale (EWI) dimostrano che il consumo di pesci catturati all’interno della baia rappresenta un grave rischio per la salute umana. Inoltre, i dati indicano che l’assunzione di pesci catturati dalla zona esterna della baia, in particolare per demersali e specie bentoniche, potrebbe rappresentare una componente significativa di rischio per la popolazione locale.”

Link all’articolo originale:

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0278691513001348

 

CALENDARIO ARTICOLI

marzo: 2013
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 83 follower

Blog Stats

  • 150,586 hits