Nonostante la rimozione del conservante a base di mercurio ( Hg )  thimerosal dai vaccini elencati nello Schema di Programmazione di Immunizzazione dei bambini in Australia, permangono preoccupazioni tra alcuni ricercatori e genitori per la sicurezza del presente schema , in parte a causa di un timore di tracce residue di Hg . Lo scopo di questo studio era di valutare in modo indipendente i vaccini per l’infanzia per la presenza di mercurio . Otto vaccini somministrati ai bambini al di sotto dell’età di 5 anni sono stati valutati per i contenuti di Hg tramite un DMA -80 Analizzatore diretto di mercurio. Sette degli otto vaccini non contenevano livelli rilevabili di Hg (meno di 1 ppb ), tuttavia, 1 vaccino ( Infanrix hexa ) è risultato positivo per Hg a 10 ppb . Il risultato è stato confermato e validato con altri test per il campione originale . Test di follow-up è stato condotto su tre campioni supplementari di Infanrix hexa ( uno dallo stesso lotto di produzione e due da lotti diversi) . Tutti e tre sono risultati positivi per il Hg ( media di 9,7 ppb ) . Sebbene i livelli di Hg rilevati sono sostanzialmente più bassi di qualsiasi limite di sicurezza di esposizione stabilito , i risultati di questo studio rivelano che esistono inesattezze nei messaggi di salute pubblica per l’ infanzia, nelle comunicazioni professionali e la documentazione ufficiale per quanto riguarda il contenuto di Hg in almeno un vaccino. Nell’interesse della salute pubblica , spetta ai produttori di vaccini ed alle agenzie responsabili, come la Therapeutic Goods Administration e il Dipartimento federale della Salute e Invecchiamento affrontare questo problema come una questione di urgenza.

Link all’articolo originale:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Austin+DW%2C+Shandley+KA%2C+Palombo+EA.

Annunci